News

Quando il colloquio va male per colpa di FACEBOOK

13 Novembre 2015

L'utilizzo di Internet ha partorito migliaia di nuove parole.
Terminologia strettamente legata alla Rete e al suo mondo.
Fra queste c' ?web reputation?, che non altro che la reputazione che ci creiamo online attraverso le nostre azioni.
Probabilmente in pochi, pubblicando un post su Facebook, si interrogano su quali possano essere le conseguenze.
Per questo di notevole interesse lo studio pubblicato da Adecco - una delle agenzie di risorse umane pi famose - circa l'influenza del mondo digitale nella ricerca di lavoro.
Un dato su tutti:
lo studio ha stabilito che sempre pi colloqui di lavoro vanno male per colpa di Facebook.
Come possibile?
Semplice: andare a sbirciare nel privato della persona che si sta per assumere diventata prassi consolidata fra i recruiter. E se hai un profilo Facebook non troppo privato, dove ti lasci andare con foto esuberanti e considerazioni un po' estreme, le tue chance di trovare un lavoro si riducono notevolmente.

Il ?Work trends study? di Adecco, per il quinto anno in Italia, ha coinvolto 2.742 candidati e 143 recruiter. E i risultati dicono che il digitale ha ormai conquistato il settore delle risorse umane, tanto che per Adecco entro il 2017, pi di due candidati su tre (il 71%) verranno individuati attraverso una ricerca online.
Da un lato i candidati, che cercano lavoro sul web nell'80% dei casi, dall'altra chi arruola, che utilizza il web ormai il 64% delle volte. I siti delle aziende e le aree ?lavora con noi? hanno ancora un ruolo determinante, ma l'utilizzo dei social network crescente.
LinkedIn, ma a sorpresa anche Facebook, sono canali sempre pi performanti. A trovare lavoro grazie ai social network ? secondo Adecco - l'8,4% dei candidati (+1,4% rispetto al 2014).
Cifre che raccontano un mondo totalmente nuovo, in fatto di lavoro.

Biagio Simonetta - Il Sole 24 Ore -

CANDIDATI
AUTORIZZAZIONE TRATTAMENTO DATI
Acconsento   Informativa sulla privacy

Selezione di personale

Biemme Consulting è una società di consulenza specializzata in gestione e sviluppo di risorse umane qualificate principalmente nelle province di Reggio Emilia, Modena, Bologna.

Head Hunting, ricerche dirette e articolate, selezioni accurate, un continuo aggiornamento, il lavoro per obiettivi e la trasparenza col cliente ci permettono di raggiungere risultati in tempi rapidi.

La nostra consulenza di direzione è rivolta al miglioramento di organizzazioni aziendali.

Biemme Consulting è una società di consulenza specializzata in gestione e sviluppo di risorse umane qualificate principalmente nelle province di Reggio Emilia, Modena, Bologna.

Head Hunting, ricerche dirette e articolate, selezioni accurate, un continuo aggiornamento, il lavoro per obiettivi e la trasparenza col cliente ci permettono di raggiungere risultati in tempi rapidi.

La nostra consulenza di direzione è rivolta al miglioramento di organizzazioni aziendali.

Invia la candidatura

AUTORIZZAZIONE TRATTAMENTO DATI
Acconsento   Informativa sulla privacy

Ultime notizie

Quei 5,7 milioni di posti di lavoro che aspettano di essere coperti

In Italia la specializzazione più diffusa è quella della ricerca di alibi. Lo dimostra la vicenda della riapertura delle scuole, e in generale, l'atteggiamento nei confronti del capitale umano. ...

Gli otto profili digital e tech indispensabili per uscire dalla crisi

ROMA - Come superare la crisi scatenata dal Covid 19? E' la domanda più frequente che si fanno gli imprenditori dopo lo choc della chiusura. Ognuno avrà una sua risposta, che dipende anche d...

Dal green alla robotica, 3 milioni di posti di lavoro in Italia nei prossimi 5 anni

Il lavoro da qui ai prossimi cinque anni. Sarà appannaggio di specialisti, anche dell’economia circolare e del digitale; e per oltre il 35% dei casi le professioni richieste saranno tecniche. Tra...

LAVORO E MILLENNIALS

Gli under 20 in Italia, meglio conosciuti come la Generazione Z, sono 6,6 milioni. Il 32% di loro già lavora e rappresenta quasi il 6% del totale della forza lavoro. I Millennials, ovvero gli under 4...